Una passeggiata nel verde parco del Bellone

Una passeggiata nel verde parco del Bellone

Il parco del Bellone  è un parco comunale situato nella cittadina di Biella, in Piemonte, in cui è piacevole trascorrere del tempo praticando jogging o salutari camminate in mezzo al verde.

Il parco del Bellone

Questo parco viene anche denominato “zona umida”, dall’inglese wetland, poiché un rivolo d’acqua circostante favorisce una vegetazione di diverse specie di alberi quali Ontani, Salici, Cannucce di palude. Inoltre in questo luogo un po’ fiabesco hanno modo di riprodursi varie specie di anfibi e rettili. È un’area scelta da diversi uccelli come punto di riferimento e di riposo durante i loro lunghi voli migratori.

Ontani

Il valore economico e naturalistico delle zone umide è ormai largamente riconosciuto per la diversità raggiunta da certe specie animali e vegetali come i Salici, noti per la flessibilità dei loro rami e la capacità di radicare. La quasi completa mancanza di ossigeno del suolo favorisce la crescita dell’Ontano, che non ha un legno particolarmente pregiato ma è molto resistente all’acqua. Addirittura le palafitte di Venezia sono state costruite utilizzando questo tipo di albero. Per rinaturalizzare questo parco adiacente al Rio del Bellone e a dei piccoli fossati sono state poste numerose piante che si adattano all’ambiente umido.

rio del Bellone

Ma eccoci allo start della passeggiata rigenerante. Partendo da via Golzio, si cammina su strada asfaltata fino a scovare l’entrata di una stradina sterrata dove poco più avanti si incontra un ponticello in legno.

ponte in legno

Da qui in poi si può camminare raggiungendo diverse mete: il borgo storico di Biella, la parte alta chiamata Biella Piazzo, oppure arrivare a Cossila o alla frazione Vandorno. Infatti il sentiero ha alcune diramazioni percorribili a piedi, in mountain bike o portando a passeggio il proprio cane. Sul percorso sono presenti anche alcune panchine in cui fermarsi per riposare o addirittura per dedicarsi alla lettura o , perché no, anche alla meditazione.

panchine

Il primo casuale incontro  è con il runner Luciano, che si ferma a salutarmi e mi racconta i preparativi per la nuova partenza verso Prevesa, in Grecia, dove ha ormeggiato la sua barca a vela. Non vede l’ora di poter ripartire per un nuovo viaggio all’insegna della libertà verso le isole Ionie. Lui ha scelto il mare come compagno di vita. E cosa c’è di più infinitamente sconfinato? Poco dopo incontro Paolo che porta a spasso il suo cane Luna, un po’ pigra in quanto spesso si siede ed il suo padrone fatica, seppur sorridendo, per farla rialzare. Poi proseguo scattando qualche foto qua e là per rubare attimi di natura che mi colpiscono insieme alla visione di qualche fragolina selvatica. (Le fragole del lupo mi raccontava la nonna quando ero bambina).

Alzo gli occhi e guardo i colori delle verdi foglie degli alberi e lo squarcio di cielo azzurro. Tutti i pensieri se ne vanno improvvisamente via come gli uccelli migratori della wetland e rimango solamente ad osservare lo spazio circostante.

Incontro ancora un gruppo di bambini, probabilmente di un centro estivo, con le loro maestre. Passano ridendo e parlando a voce alta. In questo luogo nessuno sembra apparentemente ricordarsi dei momenti difficili appena trascorsi. La natura è rigogliosa, è il secondo giorno d’estate, il virus pandemico sembra essersi placato.

runner

Ancora una volta esco dal parco del Bellone sollevata anche se quel sottile filo d’incertezza non si è ancora completamente arrestato nella mia mente… Consiglio a tutti i biellesi e non la visita di questo parco, non così conosciuto come la nota Riserva naturale del Parco Burcina – Felice Piacenza, ma che ha ugualmente un fascino particolare, intimo e verdeggiante. Il colore verde dipinge serenità ed è la spinta verso il benessere ed il ristoro. È associato al quarto chakra (Anahata), il chakra del cuore, le cui parole chiave sono l’amicizia, le pubbliche relazioni, i legami affettivi, il tanto sospirato amore. Il verde porta benefici psicofisici per gli stati ansiosi, sconfiggendoli e sostituendoli al benessere e al rilassamento. In cromoterapia addirittura si dice che chi ama indossare indumenti di colore verde abbia stabilito un obiettivo perseguendolo con chiarezza mentale e tenacia.

Per cui, per il vostro benessere psicofisico ed il rilascio di endorfine, passeggiate tutti i giorni , inizialmente almeno trenta minuti, in mezzo al verde e possibilmente tralasciando le corsie dei supermarket!  

Vi garantisco che il giovamento è assicurato

il verde del parco del. Bellone
Condividi sui Social

Lascia un commento